Blog Arts

Sebastião Salgado

Di Caterina Giovanardi-The 3Nines Arts 

Sebastião Salgado

 Sebastião Salgado, nato nel 1944 in Brasile, è considerato uno dei più grandi fotografi documentaristi viventi.
Salgado si occupa soprattutto di reportage di impianto umanitario e sociale.
Dopo studi universitari di Economia e Statistica, in seguito a una missione in Africa decide di dedicarsi alla fotografia. Nel 1973 realizza un reportage sulla siccità nel Sahel, seguito da un altro sulle condizioni degli immigrati in Europa. Documenta poi la rivoluzione in Portogallo e la guerra coloniale in Angola e in Mozambico.
Entra in diverse agenzie fotografiche, anche nella celebre Magnum Photos da cui esce per fondare una propria struttura, la Amazonas Images , completamente dedicata al suo lavoro.
Realizza diversi progetti, tutti a stampo umanitario e sociale, tra i quali:

in una serie di viaggi effettuati nel corso di circa sei anni, documenta la vita nelle campagne dell'America Latina, lavoro a cui è dedicato il libro Other Americas;

nei sei anni successivi si dedica al  lavoro nei settori di base della produzione, il cui risultato è  La mano dell'uomo pubblicazione uscita nel 1993, tradotta in sette lingue e presentata in oltre sessanta luoghi espositivi nel mondo;

documenta poi  l'umanità in movimento, non solo profughi e rifugiati, ma anche i migranti verso le immense megalopoli del Terzo mondo, in due libri di grande successo: In cammino e Ritratti di bambini in cammino

infine il progetto Genesis in cui, attraverso un viaggio fotografico costituito da più di duecento immagini in bianco e nero, lancia un grido di allarme per il nostro pianeta.


Il progetto Genesis è in mostra ad Ancona dal 29 settembre 2018 al 6 gennaio 2019

 Sebastião Salgado

By Caterina Giovanardi  

Sebastião Salgado, born in 1944 in Brazil, is considered one of the greatest living documentary photographers.
Salgado is primarily concerned with humanitarian and social reportage facility.
After university studies in Economics and Statistics, following a mission in Africa decided to devote himself to photography. In 1973 carries a report on the drought in the Sahel, followed by another on the conditions of immigrants in Europe. Documenta then the revolution in Portugal, the colonial war in Angola and Mozambique.
Take on the photo agencies, even in the famous Magnum Photos from which comes out to start his own structure, Amazonas Images, completely dedicated to his work.
He realizes several projects, all humanitarian and social mold, including:


In a series of trips made in the course of about six years, he documents the life in Latin American campaigns, work to which is dedicated the book Other Americas;

In the six years dedicated to work in the basic sectors of production, which results in man's hand publication output in 1993, translated into seven languages ​​and presented in over sixty exhibition venues in the world;

Then documents humanity on the move, not only refugees and displaced, but also migrants towards immense megalopolis of the Third World, in two very successful books: Walking and portraits of children on their way

Finally the Genesis project in which, through a photographic journey consisting of more than two hundred images in black and white, is launching a cry of alarm for our planet. 

The Genesis project is on show in Ancona from 29 September 2018 to 6 January 2019

Brassaï, oiseau de nuit, poète noctambule
IN MEMORIAM : FERNANDO DEL PASO

Related Posts

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Already Registered? Login Here
Guest
Wednesday, 23 September 2020
If you'd like to register, please fill in the username, password and name fields.